Il concorso tra sottrazione d'imposta e frode fiscale alla luce del principio ne bis in idem

Ramella Matta Nassif, Khouloud (2017) Il concorso tra sottrazione d'imposta e frode fiscale alla luce del principio ne bis in idem. Novità fiscali, 2017 (6). pp. 163-178. ISSN 2235-4573

Abstract

Architrave della giustizia penale, il principio ne bis in idem vieta che un soggetto venga giudicato o punito due volte per il medesimo fatto. La LIFD, sotto il cappello “disposizioni penali”, fa convivere due tipi d’infrazioni: da un lato le contravvenzioni, in particolare la sottrazione d’imposta, perseguita e sanzionata dall’Autorità fiscale secondo regole proprie dell’ordinamento tributario; e dall’altro, i delitti, segnatamente la frode fiscale che forma l’oggetto di un procedimento penale scandito da dettami tipici della materia penale. Ergo: due Autorità e due procedure che operano parallelamente in relazione ad un medesimo complesso di fatti. Il problema nasce laddove il nostro Legislatore, in caso di condanna per frode fiscale, ha fatto salva la pena per sottrazione d’imposta. Si forma così un doppio binario sanzionatorio caratterizzato dalla compresenza di due categorie di sanzioni distinte per funzioni e disciplina. È in tale duplice dimensione che si profila il principio ne bis in idem.

[img] Text
Koko Ramella - Il concorso tra sottrazione d’imposta e frode fiscale.pdf

Download (354kB)
Official URL: http://www.supsi.ch/fisco
Item Type: Article
Subjects: Diritto tributario
Diritto tributario > Svizzero
Date Deposited: 27 Jun 2017 07:52
Last Modified: 27 Jun 2017 07:52
URI: http://novitafiscali.supsi.ch/id/eprint/615

Actions (login required)

View Item View Item