L’assoggettamento all’imposta di donazione ticinese delle liberalità contenute in un contratto misto o simulato

Primi, Vittorio (2020) L’assoggettamento all’imposta di donazione ticinese delle liberalità contenute in un contratto misto o simulato. Novità fiscali, 2020 (4). pp. 179-182. ISSN 2235-4573

Abstract

La Camera di diritto tributario del Tribunale di appello del Canton Ticino (CDT) aveva sempre ritenuto, nella sua giurisprudenza in vigore fino al luglio 2009, che la nozione di donazione dovesse essere assistita da tre elementi: (i) doveva trattarsi di un atto di attribuzione, (ii) effettuato a titolo gratuito o parzialmente gratuito, (iii) assistito dalla volontà di effettuare una donazione. In altre parole, ai fini dell’imposizione con l’imposta di donazione un’operazione doveva essere assistita dall’animus donandi. Tuttavia, nella sentenza CDT n. 80.2008.57 del 30 luglio 2009, la CDT si è chiesta, lasciando aperta la questione di principio, se sia giustificato esentare dall’imposta di donazione l’incremento patrimoniale gratuito di cui beneficia chi riceve una controprestazione di valore nettamente superiore alla sua prestazione, quando la sproporzione non dipende dalla volontà dell’altro contraente. In altre parole, la CDT nella citata sentenza si è chiesta se sia necessaria, o meno, ai fini dell’imposizione con l’imposta di donazione, in caso di sproporzione tra la prestazione e la controprestazione, l’esistenza di un animus donandi, lasciando però insoluta la questione di principio. Successivamente la CDT ha ripreso la sua giurisprudenza confermando che ai fini dell’imposizione di una donazione è necessaria l’esistenza di un animus donandi (sentenze CDT n. 80.2017.191 del 2 marzo 2018; n. 80.2018.149 del 6 dicembre 2018), ribadendo che gli elementi costitutivi della donazione nel diritto fiscale sono l’esistenza di un atto di attribuzione (Zuwendung), la sua gratuità (parziale o totale) e l’intenzione di effettuare una liberalità. Con il ripristino della giurisprudenza in vigore prima della sentenza n. 80.2008.57 del 30 luglio 2009, la CDT si è nuovamente riallaciata alla giurisprudenza del Tribunale federale e alla parte maggioritaria della dottrina. Per completezza si osserva che alcune prassi cantonali e una parte minoritaria della dottrina, seguono invece una concezione puramente oggettiva della donazione, senza interessarsi alla volontà del donante (cfr. la sentenza testè citata, consid. 3.2). Nel presente articolo si esamina l’aspetto soggettivo della volontà di effettuare una donazione nell’ambito dei contratti misti e si fa un breve accenno alla problematica dei contratti simulati.

[img] Text
Primi_L’assoggettamento all’imposta di donazione ticinese delle liberalità contenute in un contratto misto o simulato.pdf

Download (158kB)
Official URL: http://www.supsi.ch/fisco
Item Type: Article
Subjects: Diritto tributario
Diritto tributario > Svizzero
Date Deposited: 21 Apr 2020 08:31
Last Modified: 21 Apr 2020 08:31
URI: http://novitafiscali.supsi.ch/id/eprint/899

Actions (login required)

View Item View Item