I frontalieri “svizzeri” dopo l’Accordo italo-elvetico: la diversa tassazione per i vecchi e nuovi lavoratori in zona di frontiera

Parisi, Paolo (2021) I frontalieri “svizzeri” dopo l’Accordo italo-elvetico: la diversa tassazione per i vecchi e nuovi lavoratori in zona di frontiera. Novità fiscali, 2021 (ed.sp.). pp. 25-30. ISSN 2235-4573

Abstract

Il lavoratore frontaliere “svizzero” viene definito convenzionalmente come il soggetto che è fiscalmente residente in un Comune italiano che si trova nella zona di 20 km dal confine con l’altro Stato contraente, che svolge una attività di lavoro dipendente nell’area di frontiera dell’altro Stato contraente per un datore di lavoro residente, per una stabile organizzazione o per una base fissa e che ritorna quotidianamente al proprio domicilio principale nello Stato di residenza: due saranno i possibili criteri di tassazione a cui andrà aggiunto un altro per il frontaliere che risiede in un Comune italiano oltre i 20 km dal confine svizzero.

[img] Text
Parisi_I frontalieri “svizzeri” dopo l’Accordo italo-elvetico.pdf

Download (164kB)
Official URL: https://www.supsi.ch/fisco
Item Type: Article
Subjects: Diritto tributario
Diritto tributario > Internazionale e dell'UE
Date Deposited: 20 Apr 2021 10:52
Last Modified: 20 Apr 2021 10:52
URI: http://novitafiscali.supsi.ch/id/eprint/1130

Actions (login required)

View Item View Item